Torna a Eventi FPA

Gli eventi in programma

lunedì, 7 ottobre mattina

10:30
17:30

The Clinical Revolution[co.01]

TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE
Piazza Vittorio Gui, 1 – Firenze

 

Negli ultimi 50 anni la medicina ha avuto una eccezionale evoluzione scientifica e tecnologica mettendo a disposizione dei medici e di tutti gli operatori sanitari nuovi strumenti e metodologie diagnostiche, nuovi farmaci di grande efficacia, innovative tecniche chirurgiche. Queste innovazioni della clinica, inserite su scelte politiche lungimiranti che hanno dato origine alla costruzione del SSN, hanno garantito una conseguente trasformazione dei processi sanitari garantendo ai pazienti cure migliori e conseguenti inimmaginabili aumenti della qualità e dell’aspettativa di vita.

L’informatica e la telematica hanno accompagnato tale  trasformazione senza però essere driver primario dell’evoluzione; in realtà, tali tecnologie non hanno scatenato una evoluzione,  come oggi viene definita, ‘disruptive’ dei processi di cura. Ciò che negli altri settori viene definita la trasformazione digitale, ha solo parzialmente scaricato tutto il potenziale nel vasto mondo dei processi clinici. Siamo finalmente giunti ad un punto di svolta negli strumenti per attuare una rivoluzione in ambito clinico che senza essere dirompente ci accompagni verso una medicina collaborativa, personalizzata e sicura, grazie alla reale condivisione dei dati clinici e diagnostici e la loro accessibilità, fondata sulla rinforzata collaborazione fra clinici, operatori sanitari e pazienti. Una rivoluzione dolce che incrementi l’accuratezza della diagnosi e la qualità delle cure migliorando la sostenibilità del SSN in un contesto di sempre minore disponibilità di risorse economiche e professionali e di maggiore complessità clinica. 
 
Perché Firenze
In Italia si origina e si sviluppa l’Umanesimo da cui scaturirà il Rinascimento, un’età di cambiamento in cui matura un nuovo modo di concepire il mondo e se stessi. Firenze è la città del Rinascimento, Firenze è la città in cui, al termine delle celebrazioni dei 40 anni della 833, in un grande appuntamento nazionale rivolto ai vertici strategici della sanità pubblica e privata, si illustra il nuovo modo di concepire una sanità sicura e sostenibile. Una sanità che non può fare a meno della trasformazione digitale per innovare processi e organizzazione in funzione di un’indispensabile condivisione dei dati clinici e diagnostici e collaborazione tra clinici e tra clinici e pazienti. Solo così sarà possibile continuare a erogare ai cittadini le stesse prestazioni che negli anni scorsi hanno qualificato il nostro SSN tra i migliori del mondo.
 
 
Per iscriversi all'evento cliccare QUI
 

giovedì, 3 ottobre pomeriggio

15:00
18:00

Il PO FEAMP incontra il territorio: focus sulle opportunità[co.02]

Palazzo Grassi
Fondamenta Canal Vena, 1282
30015 Chioggia (VE)

 

L'evento è finalizzato ad animare la discussione intorno al PO FEAMP (Programma Operativo Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca), rispondendo concretamente alle aspettative di divulgazione e conoscenza dei beneficiari potenziali.

Una task force composta da Mipaaft, Organismi Intermedi e FLAG, illustrerà  le misure e le opportunità aperte per gli operatori del settore, portando sul territorio competenza, esperienze e strumenti operativi.

L’appuntamento rappresenta la prima tappa di un ciclo di tre incontri formativo-informativi che, tra il 2019 e il 2020, riguarderà le tre macro-aree del Paese (Nord, Centro, Sud e Isole), coinvolgendo le comunità della pesca e dell’acquacoltura italiana in una logica di efficace confronto e costante dibattito sulle opportunità di crescita e rinnovamento del settore.

giovedì, 3 ottobre mattina

10:00
13:30

Efficienza, collaborazione e condivisione: sfide e opportunità del paradigma Cloud PA[evento cloud_milano]

Martedì 3 ottobre ore 10.00 - 13.30
Talent Garden Merano
Via Merano, 16 Milano

Con l'avvio della transizione al paradigma cloud, la Pubblica Amministrazione ha raccolto la sfida dell’innovazione, promuovendo un cambiamento di tipo disruptive in grado di abilitare una vera e propria rivoluzione del modo di pensare i processi di erogazione dei servizi pubblici verso i cittadini. 

Se nel passato il settore pubblico si era contraddistinto per l'adozione di soluzioni cloud in forme limitate ed estremamente disomogenee nelle diverse realtà territoriali, la strategia delineata dal Piano triennale di AgID, centrata sul principio cloud first, prevede che tale paradigma sia adottato in via prioritaria nella definizione di nuovi progetti, nello sviluppo di nuovi servizi e nell'acquisizione sul mercato di nuove soluzioni.

Con la piena adozione del modello Cloud PA, gli enti pubblici diventeranno quindi soggetti attivi nello sviluppo di una nuova cultura digitale, basata sulla collaborazione e condivisione e che metta sempre il cittadino al centro dell’intero processo. Tuttavia, pur nel quadro di regole chiare e scadenze ben definite, ancora oggi si registrano molte resistenze da parte di diverse amministrazioni ad aderire a questo nuovo paradigma. 

FPA organizza in collaborazione con Google Cloud un incontro rivolto a enti centrali, Regioni, amministrazioni locali e strutture del sistema sanitario finalizzato ad approfondire sfide e opportunità connesse alla transizione al nuovo modello delineato dal Piano triennale. Attraverso il confronto con gli attori responsabili di questo importante percorso e l'analisi di alcune esperienze particolarmente virtuose, approfondiremo i principali vantaggi connessi all'adozione di soluzioni Cloud, sia in termini economici (abbattimento dei costi), sia in termini di efficienza e produttività (ottimizzazione del lavoro dei loro dipendenti).

 

 

 

martedì, 1 ottobre mattina

10:00
13:30

Efficienza, collaborazione e condivisione: sfide e opportunità del paradigma Cloud PA[evento cloud_roma]

Martedì 1 ottobre ore 10.00 - 13.30
Talent Garden Ostiense
Via Ostiense, 192 Roma

 

Con l'avvio della transizione al paradigma cloud, la Pubblica Amministrazione ha raccolto la sfida dell’innovazione, promuovendo un cambiamento di tipo disruptive in grado di abilitare una vera e propria rivoluzione del modo di pensare i processi di erogazione dei servizi pubblici verso i cittadini. 

Se nel passato il settore pubblico si era contraddistinto per l'adozione di soluzioni cloud in forme limitate ed estremamente disomogenee nelle diverse realtà territoriali, la strategia delineata dal Piano triennale di AgID, centrata sul principio cloud first, prevede che tale paradigma sia adottato in via prioritaria nella definizione di nuovi progetti, nello sviluppo di nuovi servizi e nell'acquisizione sul mercato di nuove soluzioni.

Con la piena adozione del modello Cloud PA, gli enti pubblici diventeranno quindi soggetti attivi nello sviluppo di una nuova cultura digitale, basata sulla collaborazione e condivisione e che metta sempre il cittadino al centro dell’intero processo. Tuttavia, pur nel quadro di regole chiare e scadenze ben definite, ancora oggi si registrano molte resistenze da parte di diverse amministrazioni ad aderire a questo nuovo paradigma. 

FPA organizza in collaborazione con Google Cloud un incontro rivolto a enti centrali, Regioni, amministrazioni locali e strutture del sistema sanitario finalizzato ad approfondire sfide e opportunità connesse alla transizione verso il nuovo modello delineato dal Piano triennale. Attraverso il confronto con gli attori responsabili di tale importante percorso e l'analisi di alcune esperienze particolarmente virtuose, approfondiremo i principali vantaggi connessi all'adozione di soluzioni Cloud, sia in termini economici (abbattimento dei costi) sia in termini di efficienza e produttività (ottimizzazione del lavoro dei loro dipendenti).

 

 

 

martedì, 9 aprile mattina

10:00
16:30

Connecting healthcare: verso un ecosistema integrato sanità e sociale[sanità_sorrento2]

8-9 aprile 2019
Hotel Imperial Tramontano
Via Vittorio Veneto, 1 – 80067 – Sorrento (NA)

Seconda giornata dell'evento: La trasformazione digitale per integrare sanità e sociale

L’invecchiamento della popolazione, l’aumento delle patologie croniche legato anche a stili di vita scorretti e le limitate risorse finanziarie mettono sotto pressione il sistema sanitario, imponendo un cambiamento che deve concretizzarsi in migliori servizi sanitari per gli assistiti, maggiore efficienza dell’assistenza medica da parte dei professionisti e razionalizzazione delle risorse economiche. L’integrazione tra le politiche del sociale e della salute è tra gli obiettivi della Commissione europea, che dedica particolare attenzione alle persone con disabilità promuovendo protocolli che garantiscano la loro indipendenza e il loro recupero funzionale.
In questa prospettiva le nuove tecnologie diventano un canale fondamentale per sviluppare le modalità di relazione e di servizio per l’assistito lungo tutte le fasi del percorso di salute: dall’accesso ai dati sanitari, alla fruizione dei servizi, fino al monitoraggio delle terapie e all’adozione di comportamenti preventivi basati su analisi di modelli statistici. Tra queste si inseriscono le potenzialità dei device “mobile”, delle app e di strumenti quali assistenti vocali e tecnologie innovative per l’assistenza domiciliare e la gestione della cronicità.
L’incontro, promosso da AGID e CNR - ICAR con la collaborazione di ForumPA, stimola un confronto e un coinvolgimento di tutti gli attori verso la definizione di un ecosistema integrato Sanità e Welfare, analizzandone i diversi aspetti tecnologici, organizzativi e di processo nella prospettiva delle politiche comunitarie e dei relativi programmi.

lunedì, 8 aprile mattina

10:00
17:00

Dal Fascicolo Sanitario Elettronico alle applicazioni[sanità_sorrento1]

8-9 aprile 2019
Hotel Imperial Tramontano
Via Vittorio Veneto, 1 – 80067 – Sorrento (NA)

Prima giornata dell'evento: La trasformazione digitale per integrare sanità e sociale

A che punto è la diffusione del Fascicolo Sanitario Elettronico? Quali azioni sta mettendo in campo AGID insieme a Ministero della Salute, il Ministero dell’Economie e Finanze, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, le Regioni e le Province Autonome per incentivare l’utilizzo di questo strumento e migliorarne gli standard di qualità? L’incontro, promosso da AGID e CNR - ICAR in collaborazione con FPA, propone una riflessione condivisa sul valore generato dalla ricerca e dall’applicazione di innovazioni e tecnologie emergenti in ambito sanitario.

10:00
13:30

Smart Working: lo spazio come leva del cambiamento[convegno_VeLA]

Spazio della Memoria 
Atelier Sì
Via San Vitale, 69
Bologna, 8 aprile 2019 | 10.00-13.30

 

Un progetto di Smart Working necessita e impone un ripensamento della dimensione spaziale. Un approccio che svincola il lavoro dallo spazio fisico e fisso dell’ufficio, porta ad interrogarsi sulle azioni di implementare e mettere a punto per ripensare lo spazio di lavoro. Spazio di lavoro che non è più e non è più solo lo spazio della postazione/scrivania in ufficio.

Cosa vuol dire per una PA che intende investire in un progetto di Smart Working tenere adeguatamente conto della dimensione spaziale? Di quali e di quanti spazi si parla? Quali leve di progettazione dello Smart Working interagiscono in una riprogettazione dello spazio fisico? Come impatta questo sugli stili di lavoro, sul senso di appartenenza al team e di identità dell’organizzazione?

Il workshop mira a analizzare la dimensione dello spazio fisico nella sua interezza, dalle metodologie di riprogettazione del physical layout e nelle sue connessioni con altre variabili di progettazione, all’interno di una cornice di senso legata allo spazio di lavoro e nel quadro delle considerazioni sulla disponibilità di spazi e strutture delle Pubbliche Amministrazioni.

Il workshop si colloca nell’ambito delle attività del Progetto VeLA, nato grazie all’occasione creata dal bando PON Governance e Capacità istituzionale 2014/2020, con particolare riferimento al primo avviso pubblico PON GOV, per il finanziamento di interventi volti al trasferimento, all’evoluzione e alla diffusione di buone pratiche attraverso Open Community PA 2020. Il progetto promuove la partecipazione di un ente cedente e una serie di enti beneficiari, dalla cui collaborazione possano nascere nuove pratiche sullo smart working, che si sostanziano in un kit di riuso.

È riservato ad un numero limitato di persone ed è rivolto ai Project Manager del Progetto VeLA, ai referenti dei Team coinvolti sul tema Spazi e alle figure interne delle Amministrazioni che si occupano di Risorse Umane, Tecnologie, Gestione del Patrimonio Pubblico, nonché ad un numero selezionato di stakeholder territoriali e nazionali.

La partecipazione è su invito.
Per confermare l'adesione e per informazioni [email protected]

giovedì, 21 marzo mattina

10:00
13:30

Verso una nuova generazione di servizi pubblici digitali. Next - una piattaforma per gli enti locali che realizzano il futuro[evento_dedagroup]

Giovedi 21 Marzo ore 10.00 - 13.30
Auditorium
Ara Pacis 
Via di Ripetta, 190 Roma

Registrazione e welcome coffee a partire dalle 9.45

Il ripensamento dei servizi pubblici locali in chiave digitale rappresenta una delle priorità dell’agenda politica locale in tema di innovazione. Il profondo gap tra disponibilità di servizi online delle PA e loro effettivo utilizzo da parte di cittadini e imprese pone gli enti pubblici, e in particolare le città, di fronte alla sfida del cambiamento.

Il miglioramento dell’offerta pubblica passa necessariamente dal ripensamento radicale di processi e soluzioni attraverso cui questi vengono erogati. Soluzioni che necessitano di essere sviluppate secondo un nuovo paradigma, delineato dal Piano triennale: nativamente cloud, integrate con le grandi piattaforme abilitanti (SPID, PagoPA, ANPR), interoperabili by design, sviluppate in un’ottica mobile first e rispettose degli standard nazionali e internazionali in tema di usabilità e accessibilità. Soluzioni in grado di migliorare l’interlocuzione digitale con il cittadino, ma anche di abilitare il cambiamento organizzativo e culturale degli enti locali, favorendo la collaborazione tra enti, la revisione in chiave digitale delle procedure interne e lo sviluppo delle competenze dei dipendenti, attraverso l’utilizzo di strumenti semplici e intuitivi.

Per questi motivi, FPA e Dedagroup organizzano un incontro di approfondimento e di restituzione dell’indagine condotta sulla maturità digitale dei Comuni italiani rispetto a questi temi di particolare rilevanza strategica, alla presenza di alcuni protagonisti dell’innovazione digitale dei territori e dei rappresentanti degli enti di governance della trasformazione digitale.

L’evento rappresenterà un importante momento di confronto e condivisione sui possibili percorsi di collaborazione tra PA centrali, enti locali e vendor tecnologici in grado di abilitare lo sviluppo di una nuova generazione di servizi, realmente digitali.

 

lunedì, 11 febbraio mattina

10:00
13:00

Dalla smart city alla smart land: governance, competenze e tecnologie abilitanti per la crescita dei territori[convegno_Brescia]

Brescia Museo Mille Miglia
Viale della Bornata, 123
Sala Castagneto
ore 10.00-13.00

 

FPA in collaborazione con A2A Smart City organizza il convegno "Dalla smart city alla smart land: governance, competenze e tecnologie abilitanti per la crescita dei territori" promosso dalla Provincia di Brescia.

Lo sviluppo di servizi di smart city richiede investimenti importanti e competenze professionali elevate, difficilmente rintracciabili in tutti gli enti locali italiani, specialmente in quelli più piccoli. Da qui il gap di innovazione tra aree urbane/metropolitane e territorio circostante che caratterizza molte aree del nostro Paese. Lo sviluppo di poli di competenza a livello di area vasta, costituiti intorno a un ente capofila (il Capoluogo di provincia, la Città Metropolitana, ecc.), può favorire lo sviluppo di una governance territoriale dell'innovazione, in grado di aggregare i fabbisogni tecnologici degli enti più piccoli e di mettere a fattor comune risorse e competenze, consentendo lo sfruttamento di economie di scala e la fruizione dei miglioramenti evolutivi apportati da un membro della community.

Per far questo, le amministrazioni locali necessitano di infrastrutture e piattaforme abilitanti, replicabili e di facile implementazione, che consentano di erogare servizi smart adattabili al contesto e alle caratteristiche dei singoli Comuni, valorizzandone così le diverse vocazioni, ma che assicurino al tempo stesso una user experience omogenea agli abitanti del territorio di riferimento.

L’evento sarà l’occasione per presentare il progetto della Provincia di Brescia, lanciato nel 2018 in collaborazione con A2A Smart City, che mira a realizzare un’infrastruttura digitale, funzionale all'erogazione di servizi smart sul territorio e che vede l’adesione di ventotto Comuni bresciani.
 

Al termine dell'evento sarà possibile visitare gratuitamente il Museo Mille Miglia 

martedì, 29 gennaio mattina

11:00
13:00

Presentazione Annual Report FPA 2018[rapporto_fpa2018]

Sala: Sala Loyola

Martedì 29 Gennaio ore 11.00-13.00
Centro Congressi Roma Eventi Fontana di Trevi
Piazza della Pilotta, 4 - Roma
 
 
Quali sono gli avvenimenti e i fenomeni salienti che, in questi ultimi 12 mesi, maggiormente hanno caratterizzato il percorso del nostro Paese sui temi dell’innovazione e della sostenibilità?
 
FPA, proseguendo una tradizione avviata nel 2015, ha scelto ancora una volta di dare la propria interpretazione, mettendo insieme, nella quarta edizione dell’Annual Report, riflessioni e commenti nati dalle centinaia di occasioni di confronto sviluppate nel 2018. Ne è nata una pubblicazione di circa 300 pagine, che non vuole essere un racconto esaustivo di quanto accaduto, ma una sorta di “guida alla lettura”, che raccoglie idee, progetti, esperienze e visioni.
 
L’Annual Report 2018 di FPA verrà presentato il prossimo 29 gennaio a Roma, presso il Centro Congressi Roma Eventi Fontana di Trevi, in un evento aperto al pubblico, durante il quale verrà distribuita copia della pubblicazione.
 
Per rivedere l'evento: