Torna a Eventi FPA

Gli eventi in programma

Torna alla home

  da 10:00 a 13:30

Smart Working: lo spazio come leva del cambiamento [ convegno_VeLA ]

Lunedì 8 aprile ore 10.00 - 13.30
Atelier Sì
Spazio della Memoria
Via San Vitale, 69 Bologna

 

Un progetto di Smart Working necessita e impone un ripensamento della dimensione spaziale. Un approccio che svincola il lavoro dallo spazio fisico e fisso dell’ufficio, porta ad interrogarsi sulle azioni di implementare e mettere a punto per ripensare lo spazio di lavoro. Spazio di lavoro che non è più e non è più solo lo spazio della postazione/scrivania in ufficio.

Cosa vuol dire per una PA che intende investire in un progetto di Smart Working tenere adeguatamente conto della dimensione spaziale? Di quali e di quanti spazi si parla? Quali leve di progettazione dello Smart Working interagiscono in una riprogettazione dello spazio fisico? Come impatta questo sugli stili di lavoro, sul senso di appartenenza al team e di identità dell’organizzazione?

Il workshop mira a analizzare la dimensione dello spazio fisico nella sua interezza, dalle metodologie di riprogettazione del physical layout e nelle sue connessioni con altre variabili di progettazione, all’interno di una cornice di senso legata allo spazio di lavoro e nel quadro delle considerazioni sulla disponibilità di spazi e strutture delle Pubbliche Amministrazioni.

Il workshop si colloca nell’ambito delle attività del Progetto VeLA, nato grazie all’occasione creata dal bando PON Governance e Capacità istituzionale 2014/2020, con particolare riferimento al primo avviso pubblico PON GOV, per il finanziamento di interventi volti al trasferimento, all’evoluzione e alla diffusione di buone pratiche attraverso Open Community PA 2020. Il progetto promuove la partecipazione di un ente cedente e una serie di enti beneficiari, dalla cui collaborazione possano nascere nuove pratiche sullo smart working, che si sostanziano in un kit di riuso.

È riservato ad un numero limitato di persone ed è rivolto ai Project Manager del Progetto VeLA, ai referenti dei Team coinvolti sul tema Spazi e alle figure interne delle Amministrazioni che si occupano di Risorse Umane, Tecnologie, Gestione del Patrimonio Pubblico, nonché ad un numero selezionato di stakeholder territoriali e nazionali.

La partecipazione è su invito.
Per confermare l'adesione e per informazioni [email protected]


In collaborazione con

Programma dei lavori

Apre e coordina

Dominici
Gianni Dominici Direttore Generale - FPA Biografia

Laureato in Sociologia, nel 1985 è socio fondatore dello Studio Gris, nato su iniziativa di un gruppo di professionisti impegnati a valutare le implicazioni di natura sociale ed economica delle attività di governo, di progettazione e di valutazione degli interventi nelle aree urbane e rurali. Nel 1991 riceve l’incarico, da parte della Fondazione CENSIS, di coordinare le attività dell’Associazione RUR nata su iniziativa della Fondazione con la finalità di elaborare e sostenere proposte innovative per le trasformazioni delle città e del territorio. Dal 1993 ha introdotto all’interno dell’associazione un nuovo campo sistematico di analisi ed intervento relativo allo sviluppo delle tecnologie telematiche nello sviluppo territoriale. Tra il 1997 e il 1998 ha lavorato alla Commissione Europea (DGXXIV) come esperto nel campo delle implicazioni sociali dello sviluppo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Dal primo gennaio 1999 a settembre 2007 è responsabile del settore Processi Innovativi della Fondazione Censis. In questo ruolo ha diretto numerose ricerche nel campo nella Società dell’Informazione e gestito progetti di telematica applicata. Dal primo gennaio 2001 al maggio 2006 ha assunto anche l’incarico di amministratore delegato di Atenea, una società di formazione in rete sui temi dell’innovazione e della tecnologia. Nel settembre 2007 è diventato vicedirettore generale di FORUM PA. Da gennaio 2010 ne è Direttore Generale.

Chiudi

Introduzione dei temi

Lo Smart Working: il quadro strategico e i fattori critici di successo

Frieri
Francesco Raphael Frieri Direttore Generale, Risorse Europa Innovazione Istituzioni - Regione Emilia-Romagna Biografia

Attualmente sono Direttore Generale alle Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni della Regione Emilia-Romagna dal marzo del 2016. Sono responsabile della gestione delle risorse umane e finanziarie, della logistica, del patrimonio, degli approvvigionamenti, dell’organizzazione, del coordinamento delle politiche europee, della valutazione delle stesse, della cooperazione territoriale negoziata ed internazionale, dello sviluppo dell’ ICT, della statistica,della comunicazione interna e dell’attuazione delle politiche di riordino istituzionale per la Regione. Nell’ambito di queste attività, supporto l’azione amministrativa dell’Emilia-Romagna presso la Conferenza delle Regioni e la sede di Bruxelles, nonché in tutte le sedi istituzionali ove sia necessario. Assieme ai colleghi predispongo le attività di controllo e sviluppo delle società strumentali della Regione stessa. 

 

Nei sette anni precedenti, ho svolto il ruolo di Direttore Generale dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna (Ravenna) una delle realtà associative più grande e più strutturata d’Italia. Unione di Comuni che ha raggiunto importanti risultati in termini di integrazione e coesione intercomunale, trasferendo buona parte delle funzioni svolte originariamente dai nove Comuni, sviluppando, nel contempo, un profondo processo di change management che ha generato importanti margini di efficienza per più di centomila abitanti garantendo la presenza e la qualità dei servizi presso ogni comunità di cittadini associata. 

 

Contemporaneamente al ruolo di Direttore Generale sono stato docente e formatore per prestigiose università e centri di ricerca italiani. Ho collaborato con altre amministrazioni regionali, con numerosi enti locali, con Anci e Legautonomie. Ho avuto l’opportunità di partecipare a think thank di più Ministeri nello sviluppo di modelli di performance per le pubbliche amministrazioni e di programmazione delle risorse finanziarie. 

 

Ho pubblicato numerosi articoli e saggi su riviste specialistiche e quotidiani economici nelle materie di competenza, assieme a due colleghi ho scritto un manuale sulle Unioni di Comuni edito da Maggioli nel 2012. 

 

Sono componente del direttivo di Andigel (Associazione Nazionale dei Direttori Generali). 

 

Nei primi anni della mia esperienza professionale mi sono specializzato in finanza locale, in particolar modo mentre rivestivo la carica di Assessore al Bilancio e alla Partecipazione del Comune di Modena. In quel ruolo ho partecipato a numerosi convegni e attività di formazione in materia di finanza locale. Nei secondi anni 2000 ho assunto il responsabile nazionale per la Finanza Locale per la Lega delle Autonomie Locali. 

 

Mi sono appassionato anche di partecipazione alle politiche pubbliche. Ho avuto modo di confrontare l'impostazione degli studi classici dell'Europa continentale da cui provenivo, con le teorie più innovative del Consensus Building di matrice anglo-sassone sperimentandole, e di conoscere di persona le esperienze più significative di Bilancio Partecipativo a Porto Alegre (BR) nei primi anni 2000. Su tali argomenti ho scritto, sperimentato e argomentato. 

 

Ho conseguito un Executive Master in Business Administration presso Bologna Business School, sono laureato in Scienze Politiche all'Università di Bologna, indirizzo economico-amministrativo, ho scritto la mia tesi in Scienza delle Finanze. 

 

Vivo a Modena con la mia compagna e i miei due figli, sono appassionato di musica e arte classica. Sono nato a Urbino, cui resto legato e dove torno spesso.

 

@F_R_Frieri 

Chiudi

Il Progetto VeLA: diffusione di modelli organizzativi vincenti nella PA

Sparaco
Stefania Sparaco Direzione Generale Risorse, Europa, Innovazione e Istituzioni - Regione Emilia-Romagna

Conosciamo gli spazi

Patrimonio immobiliare pubblico: spazi e strutture della PA a servizio dello smart working

Dal Bosco
Tommaso Dal Bosco Dirigente Area Sviluppo Urbano e Territoriale - IFEL ANCI Biografia

Laureato in sociologia con una tesi sulle politiche urbane, ha anche una formazione giuridica ed esperienze professionali nel campo dei servizi e della pubblica amministrazione con un amplissimo range di esperienze settoriali sempre in ruoli manageriali e di accounting/lobbying.

Da oltre 10 anni si occupa di politiche pubbliche e strategie per lo sviluppo locale. Prima in ambito montano e rurale come Direttore generale di Uncem poi, con la confluenza di UNCEM in ANCI, ha allargato la sfera di interesse ai problemi delle aree urbane con particolare riferimento al tema della riqualificazione e valorizzazione del patrimonio pubblico e alle politiche per la casa.

Oggi, sempre all’interno del sistema associativo dei Comuni, si occupa di Investimenti urbani per IFEL – Fondazione ANCI con la missione di identificare, modellizzare e promuovere strategie operative, contrattuali e finanziarie innovative per la rigenerazione urbana. Dal 2018 è anche presidente di AUDIS

Chiudi

Commistione di spazi – Lavorare in coworking

Vincoletto
Dino Vincoletto Co-Founder - PARADIGMA Innovation Hub

Perché ripensare e riprogettare gli spazi

Physical layout come leva del cambiamento in un progetto di smart working per la PA

Adamo
Alessandro Adamo Architetto e Partner - Lombardini22 Biografia

Dal 1989, durante il periodo universitario, inizia a collaborare con DEGW Italia occupandosi dell’analisi delle organizzazioni e della pianificazione degli spazi, ma anche della progettazione di interni e della supervisione dei cantieri.

Nel 2000 diventa responsabile di DEGW Italia. Dal 2006 al 2008 lavora in Aedes, dapprima come responsabile tecnico all’interno dell’Asset Management Housing, ed in seguito come responsabile delle attività di Project Management su diverse iniziative.

A gennaio 2009 rientra in DEGW Italia con il ruolo di Director, occupandosi di Business Development e supervisione sui progetti, mantenendo un rapporto diretto con il Management dei Clienti.

È inoltre Responsabile del processo di Workplace Change Management, volto a supportare le organizzazioni in un momento nevralgico come il cambiamento dell’ambiente di lavoro.

In particolare si occupa della definizione della strategia di comunicazione del nuovo habitat lavorativo e della sua implementazione attraverso Workshops, Training Sessions, Focus Groups, Interviste, ecc. 

Chiudi

Uno spazio per lavorare (insieme): come cambiano gli spazi di lavoro fra pratiche e significati

Cervelli
Pierluigi Cervelli Ricercatore e Professore aggregato di Scienze semiotiche del testo e dei linguaggi, Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale - Sapienza Università di Roma

Riprogettazione degli spazi e impatto organizzativo. L’esperienza di PA e aziende.

Parrella
Monica Parrella Direttore Generale del Personale - Ministero dell'Economia e delle Finanze Biografia

Nata a Benevento nel 1971, laureata con lode in Giurisprudenza presso l’Università di Roma La Sapienza (1994), specializzata in studi e ricerche parlamentari presso l’Università di Firenze (1995), avvocato (sessione 1996) e dottore di ricerca in diritto della banca e dei mercati finanziari presso l’Università di Siena (1999), dopo cinque anni di esperienza lavorativa presso la Banca d’Italia è stata assunta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 2001, con concorso per esami, in qualità di dirigente di seconda fascia esperta in redazione di testi normativi. Dirigente generale dal 2006, ricopre attualmente l’incarico di dirigente generale coordinatrice dell’Ufficio per  gli interventi in materia di parità e pari opportunità del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dal 2010 è segretario generale dell’Associazione classi dirigenti delle pubbliche amministrazione (AGDP) e nel 2011 ha fondato la Rete Armida (Alte professionalità femminili della pubblica amministrazioni www.rete-armida.it

Chiudi

Come riprogettare gli spazi

Smart Space. Le metodologie

Testa
Margherita Testa Architect e Consultant - DEGW Italia

Spazi e tecnologie. Come il digitale cambia i modelli di lavoro e abilita nuovi comportamenti culturali.

Madini
Emanuele Madini Associate Partner e Smart Working Evangelist - P4I – Partners4Innovation Biografia

Associate Partner e Smart Working Evangelist di P4I – Partners4Innovation. Ha sviluppato esperienza e metodologie per guidare le organizzazioni pubbliche e private nell’HR Digital Transformation e nell’introduzione ed implementazione di modelli di Smart Working, People Engagement e Result Driven Management.

Chiudi

Chiusura dei lavori

Light Lunch di Networking

Torna alla home